VENDITA DI IMMOBILE



Di seguito indichiamo sinteticamente ciò che occorre sapere per poter vendere un immobile. Anche in questo caso la presente guida non potrà essere esaustiva data la complessità della materia e della casistica.


CONTRATTO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA IMMOBILIARE


È risaputo che per effettuare la vendita di un immobile, venditore ed acquirente si debbano recare dal notaio per formalizzare la vendita, tuttavia la legge consente che, prima di arrivare alla stipula di tale atto, le parti stipulino un contratto preliminare di compravendita, che può essere redatto anche da un avvocato.

Con il contratto preliminare di compravendita immobiliare le parti si impegnano e promettono rispettivamente di vendere ed acquistare ad una certa data e di stipulare l’atto definito di compravendita dinanzi al notaio.

Le ragioni che possono spingere le parti a stipulare un preliminare di vendita sono molteplici, ad esempio, quando l’acquirente vuole prenotare il proprio acquisto rispetto ad altri potenziali acquirenti, ma per varie ragioni non vuole acquistare nell’immediato, oppure quando l’acquirente ha bisogno di tempo per reperire il denaro necessario all’acquisto, anche per poter richiedere un mutuo ipotecario. Un’altra ipotesi può verificarsi quando l’acquirente vuole acquistare, non per sé, ma per una persona da nominare all’atto definitivo dinanzi al notaio, ad esempio quando l’acquirente vuole intestare il bene al figlio minorenne e quindi vuole attendere che questi compia i 18 anni.


A.P.E. (ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA)

Durante il lasso di tempo tra la stipula del contratto preliminare di compravendita immobiliare e quello definitivo dinanzi al notaio, il promittente venditore deve predisporre la documentazione necessaria per poter stipulare l’atto definitivo dinanzi al notaio, quindi reperire il proprio atto di acquisto dell’immobile o, se il bene è stato ereditato, il testamento con le relative note di trascrizione di tali atti.

Un documento indispensabile ed obbligatorio dal 01 ottobre 2015 è l’A.P.E., ovvero l’Attestato di Prestazione Energetica, che è rilasciato da un soggetto certificatore (solitamente uno studio ingegneristico, preferibilmente convenzionato con lo studio legale che redige il contratto preliminare di compravendita immobiliare), che descrive le caratteristiche energetiche di un edificio, di un abitazione o di un appartamento.

In mancanza dell’A.P.E. il notaio non potrà redigere l’atto definitivo di compravendita immobiliare.