In caso di incidente stradale


Di seguito ti forniamo alcune indicazioni da osservare nel caso in cui tu venga coinvolto in un incidente stradale.

Sicuramente alcune di queste indicazioni potranno sembrarti scontate, tuttavia quando si verifica un caso del genere, può capitare che emozioni come paura, spavento, rabbia impediscano di agire in modo razionale e quindi potresti dimenticare alcuni elementi, successivamente, utili per il risarcimento danni.


Subito dopo l’impatto …

1) Se sopraggiungono altre auto e la tua auto blocca la circolazione stradale metti te, i tuoi passeggeri e l’autovettura in sicurezza.

2) Se invece il luogo dove avviene l’impatto lo consente, non spostare l’auto.

3) Scatta delle fotografie che ritraggono:

- i veicoli coinvolti nell’incidente (N.B.: riprendi anche le targhe),

- i dettagli dei punti d’impatto e dei danni,

- la posizione dei veicoli (sia che li abbiate spostati o che siano rimasti nel punto d’impatto),

- il luogo del sinistro (N.B.: riprendi l’insegna della via o qualche altro elemento da cui si possa identificare il luogo),

- le persone presenti (sarà utile successivamente per identificare i possibili testimoni).


Come è avvenuto l’incidente?

1) Avvicinati al conducente dell’altro veicolo mantenendo la calma, e cerca di capire insieme la dinamica dell’incidente.

A) Se siete d’accordo con l’altro conducente sulla dinamica dell’incidente, compilate e firmate entrambi il c.d. C.I.D., cioè il modello di constatazione amichevole d'incidente stradale.

B) Se non siete d’accordo potete chiamare la Polizia Municipale, la quale, giunta sul luogo dell’incidente, redigerà il verbale della dinamica del sinistro.

Attenzione! Se chiamate la Polizia Municipale correte il rischio di ricevere anche una “multa”, ad esempio per aver intralciato il traffico e la circolazione, non spostando i veicoli, oppure per essere passati con il semaforo rosso o per non aver dato la precedenza all’incrocio.

Quindi ti consigliamo di chiamare la Polizia Municipale solo quando è estremamente necessario.

C) Se non siete d’accordo sulla dinamica, annota:

- giorno, ora, luogo del sinistro;

- nome, cognome, data, luogo di nascita, residenza, recapito telefonico del conducente dell’altro veicolo;

- nome, cognome, data, luogo di nascita, residenza del proprietario dell’altro veicolo (se diverso dal conducente);

- targa e modello dell’altro veicolo;

- numero polizza assicurativa e nome della compagnia di assicurazione.


2) Se il conducente del veicolo con cui hai impattato non si ferma, prendi nota della targa e del modello dell’auto e scatta delle fotografie come indicato sopra.


Cosa fare subito dopo l’incidente?

Se hai subito anche dei danni fisici, dopo esserti recato in ospedale, ricorda di conservare  tutta la documentazione medica (referto medico, ticket, ricette mediche, scontrini  dei medicinali).

- Entro 3 giorni dall’incidente devi fare la denuncia del sinistro alla tua compagnia di assicurazione, oppure recarti da un avvocato che farà la denuncia per conto tuo.

Fatti fare un preventivo delle spese necessarie per riparare l’auto.


Chi ti risarcisce il danno?

La tua compagnia di assicurazione ha 60 giorni (30 giorni se è stato compilato il C.I.D.) per quantificare il risarcimento e comunicartelo.

In questa fase sarebbe preferibile l’affiancamento da parte di un avvocato, il quale potrà mediare con la compagnia per farti ottenere in tempi più brevi il risarcimento dei danni.


Chi paga le spese dell'avvocato?

Il pagamento delle spese legali del tuo avvocato è a carico della tua compagnia di assicurazione.


La compagnia si rifiuta di pagare?

Se la compagnia si rifiuta di risarcirti potrai avviare un’azione giudiziaria per il risarcimento danni contro la tua compagnia di assicurazione.


* * * * *


Ti consigliamo di stampare e di avere sempre con te in auto queste indicazioni ed il C.I.D. (modello di constatazione amichevole d'incidente stradale) che ti alleghiamo qui sotto.