CADUTA A CAUSA DI BUCA STRADALE O TOMBINO

L’ente gestore della strada dovrà risarcirti i danni fisici e materiali.


Di seguito ti forniremo alcune precauzioni da mettere in atto nel caso in cui dovessi cadere a causa di una buca stradale o di un tombino o di altra insidia stradale.

Sicuramente alcune di queste indicazioni potranno sembrarti scontante, tuttavia quando si verifica un caso del genere, può capitare che emozioni come paura, spavento, rabbia impediscano di ragionare in modo attento e di dimenticare alcuni elementi, successivamente, utili per il risarcimento danni.


Cosa fare subito dopo l’incidente?

- Se hai subito dei danni fisici, dopo esserti recato in ospedale, ricorda di conservare tutta la documentazione medica (referto medico, ticket, ricette mediche, scontrini medicinali).

- Se hai subito dei danni materiali, ad esempio cadendo si è rotto il cellulare o il tablet o qualsiasi altro oggetto, fatti fare un preventivo per la riparazione o per acquistarne uno nuovo, di pari modello e marca.

- Invia una raccomandata al gestore della strada dove è avvenuto il sinistro, denunciando il sinistro e richiedendo il risarcimento dei danni, oppure recati da un avvocato che farà la raccomandata per tuo conto.


Chi ti risarcisce il danno?

L’ente gestore della strada, dopo aver acquisito le fotografie ed il preventivo dei danni, quantifica il danno e ti comunica la somma che intende risarcirti.

In questa fase sarebbe preferibile farsi affiancare da un avvocato, il quale potrà mediare con l’ente per farti ottenere in tempi più brevi il risarcimento dei danni.


Chi paga le spese dell’avvocato?

Il pagamento delle spese legali del tuo avvocato sono a carico dell’ente gestore della strada.


L’ente gestore della strada si rifiuta di pagare?

Se l’ente si rifiuta di risarcirti potrai avviare un’azione giudiziaria contro l’ente gestore della strada per il risarcimento danni.